17 gennaio 2014

La numero uno

Pubblicato da pink noise a 19:46
Valeria Vito aka PCNA
Mi chiamo Valeria, a breve compirò 30 anni, e da oltre 2/3 della mia vita nutro una profonda devozione per i Beatles. In questo primo post vi racconterò la genesi di questa mia grande e longeva passione. Sono cresciuta nella campagna radioattiva casertana (che adesso è di moda chiamare "terra dei fuochi") non posso dire di aver avuto una brutta infanzia, ma ero spesso vittima di bullismo: avevo l' apparecchio ai denti, un occhio bendato per l' ambliopia, scarpe ortopediche e dei grossi occhiali di celluloide rosa. Destestavo la stupidità dei miei coetanei! Quando stavo per abituarmici mio padre, senza saperlo, mi regalò quella che sarebbe stata la soluzione ad ogni mio problema: un walkman! Il fato volle che il primo nastro che trovai per testare il mio nuovo apparecchio fosse una cassetta uscita in allegato alla rivista "Gente", mi colpì la copertina con quei quattro uomini sorridenti e la scritta: "gli Indimenticabili Beatles". La peggiore registrazione mai sentita in vita mia, ma anche la cosa migliore che avessi mai ascoltato fino a quel momento. La musica si sentiva a malapena, ma quel groove soffocato dalle grida delle fan, mi fece sentire per la prima volta privilegiata. Unica spettatrice di un evento per me di dimensioni inimmaginabili che con l' autoreverse si ripeteva costantemente nelle mie giornate estive.

"Gli indimenticabili Beatles" GE 7/93
Uscivo felice in sella alla mia bmx, il walkman nel marsupio e quel frastuono nella testa. Mi sentivo potente, acusticamente schermata dalla cattiveria del mondo che mi circondava, come se improvvisamente mi fosse stato assegnato un superpotere! Fortunamente da allora ho avuto modo di conoscerli meglio, sia attraverso supporti analogici che digitali e anche se non ha alcun valore collezionistico conservo gelosamente la mia cassetta come Paperon de' Paperoni conserva il suo primo nichelino.

3 commenti:

Alessandro Jimma on 27 aprile 2014 17:23 ha detto...

...come io ho la mia "nr1" di Bad di Michael Jackson...nessun valore collezionistico...ma è stato l'album che mi fece amare Michael e la Musica...una cassetta da 3mila lire che ascoltavo ogni giorno...un modo per vivere un altro mondo...

Anonimo ha detto...

uee sei forte e pure bella

carlo ha detto...

Valeria Ascoltona! ;)

Posta un commento

 
cookieassistant.com